Cerca
  • admin

I benefici sul cervello di chi suona uno strumento


La Scuola Secondaria di I° Grado offre la possibilità, agli studenti iscritti all’Indirizzo Musicale, di intraprendere gratuitamente e approfonditamente lo studio di uno dei seguenti strumenti musicali: CHITARRA CLASSICA, CLARINETTO, FLAUTO TRAVERSO, PERCUSSIONI, PIANOFORTE, VIOLINO.

FINALITA’ L'insegnamento dello strumento contribuisce alla formazione globale dell'individuo offrendo, non solo un arricchimento del proprio sapere con l’acquisizione di abilità strumentali, ma favorendo lo sviluppo della creatività, dell’autocontrollo, della collaborazione, del dialogo e del confronto con gli altri. Il corso ad indirizzo musicale si propone di fornire agli alunni un approfondimento della conoscenza del linguaggio musicale attraverso lo studio degli aspetti tecnico-pratici, teorici e storico-culturali dello strumento, che consenta l’acquisizione delle conoscenze di base della musica e lo sviluppo di abilità ritmico - motorie, di autocontrollo e di capacità criticoestetiche.

STRUTTURA DEL CORSO Il Corso ad Indirizzo Musicale ha durata triennale ed è parte integrante del piano di studio dello studente e materia degli esami di stato al termine del primo ciclo d’istruzione. Le lezioni del Corso si svolgono in orario pomeridiano e prevedono due rientri settimanali per poter svolgere una lezione di strumento individuale o in coppia e una lezione collettiva di orchestra - musica d’insieme - teoria musicale. Ogni alunno frequentante il Corso ad Indirizzo Musicale deve avere uno strumento musicale personale per lo studio quotidiano. In caso di gravi problemi la scuola può valutare la cessione in comodato d’uso di strumenti musicali di sua proprietà.

ESAME D’AMMISSIONE L’ammissione degli alunni richiedenti l’Indirizzo musicale è subordinata al superamento di una prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola. La commissione sarà formata dagli stessi insegnanti di strumento musicale. L’art. 2 del D.M. 6 agosto 1999 n.201 afferma infatti che: “Le classi in cui viene impartito l’insegnamento di strumento musicale sono formate secondo i criteri generali dettati per la formazione delle classi, previa apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i corsi.” Tale prova si articola in due parti, la prima finalizzata a verificare capacità quali: riconoscimento dell’altezza dei suoni, senso ritmico e capacità di intonazione, la seconda è costituita da un breve colloquio finalizzato a valutare la motivazione dell’allievo ad assumere l’impegno di studiare uno strumento e verificare eventuali impedimenti fisici che possano precludere la scelta di uno strumento specifico (asma, dentatura, conformazione della mano non idonee…….) Per l’accesso alla prova non è richiesta all’alunno/a alcuna conoscenza musicale obbligatoria pregressa.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLO STRUMENTO La Commissione preposta alla prova assegnerà lo strumento, sulla base del punteggio orientativo rilevato. In caso di rinuncia la commissione, seguendo l’ordine di graduatoria, proporrà all’alunno successivo in ordine di idoneità l’assegnazione del posto disponibile. Gli esiti della prova orientativo-attitudinale e l’attribuzione dello strumento di studio saranno pubblicati all’albo dell’istituzione Scolastica.

FINALITA’ E OBIETTIVI L'insegnamento strumentale: promuove la formazione globale dell'individuo offrendo, attraverso un'esperienza musicale resa più completa dallo studio dello strumento, occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa; integra il modello curricolare con percorsi disciplinari intesi a sviluppare, nei processi evolutivi dell'alunno, la dimensione pratico-operativa, estetico-emotiva, improvvisativocompositiva; fornisce ulteriori occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in situazione di svantaggio. promuove la verticalizzazione del curriculum in funzione di un'eventuale scelta rivolta ai licei musicali.

CONTENUTI

  • Acquisizione di abilita strumentali si da permettere l'esecuzione di brani tratti dal repertorio tradizionale e moderno;

  • Sviluppo e potenziamento delle capacita creative;

  • Sviluppo della capacita di autocontrollo, collaborazione, dialogo e confronto con gli altri e il rispetto delle diversita;

  • Sviluppo delle abilita di lettura ed interpretazione della scrittura musicale, del senso del ritmo e dell'orecchio melodico;

  • Acquisizione da parte degli alunni di un metodo di studio basato sull'individuazione dell'errore della sua correzione;

  • Abitudine all'autodisciplina ed alla metodicità

REGOLAMENTO

  • Una volta ammesso al corso ad indirizzo musicale, l¡¦alunno e tenuto a frequentare l'intero triennio di corso e non e consentito ritirarsi;

  • Non e consentito cambiare strumento nel corso del triennio

  • E' obbligatorio frequentare tutte le materie: orchestra, musica d¡¦insieme, teoria-solfeggio e Strumento musicale;

  • Dopo 5 assenze continuative (non dovute a malattia) nella stessa materia (o nelle 2 materie) viene inviata lettera alla famiglia finalizzata ad un approfondimento complessivo della situazione;

  • Le assenze dalle ore pomeridiane devono essere giustificate il mattino successivo all'insegnante della prima ora (valido sia per orchestra, teoria e solfeggio, musica d'insieme e strumento). Per eventuali entrate e/o uscite anticipate vale il regolamento generale di Istituto. Se si e stati assenti anche il mattino e sufficiente una sola giustificazione per tutta la giornata;

  • L'acquisto dello strumento, dei libri di testo e degli accessori vari e a carico alle famiglie degli studenti;

  • E'obbligatorio portare a scuola il proprio strumento e libri per le ore di lezione;

  • Durante l'anno scolastico, in previsione di concerti, manifestazioni, partecipazione a concorsi e rassegne, e possibile una variazione dell¡¦orario pomeridiano (accorpamento di piu ore per prove d¡¦insieme). Di tale variazione sara data preventiva comunicazione alle famiglie degli interessati.